OncologiaMedica.net
Ematologia.net
Cardiologia.net

I membri della famiglia SV2 ( synaptic vesicle glycoprotein 2 ) sono coinvolti nella funzione sinaptica a livello cerebrale. SV2A, che è espressa ubiquitariamente, è stata ampiamente coinvolta nel ...


Un maggiore consumo di Caffeina è stato associato a un ridotto rischio di malattia di Parkinson e a una progressione più benigna dei sintomi motori e non-motori. Uno studio osservazionale di coorte ...


L'ipotensione ortostatica è sempre segnalata come un fattore di rischio per lo sviluppo di caratteristiche della malattia di Parkinson in fase avanzata. Poco si sa circa il suo significato negli ind ...


L'appendice può essere un sito chiave per l'inizio della malattia di Parkinson. È stata esaminata l'ipotesi che l'appendicectomia sia associata a un più basso rischio più basso di malattia di Parkin ...


Sono stati esaminati i cambiamenti longitudinali dell’attività cerebrale nei pazienti con malattia di Parkinson, atrofia multisistemica, e paralisi sopranucleare progressiva, utilizzando la risonanza ...


L’ipotensione ortostatica è sempre stata segnalata come un fattore di rischio nella malattia di Parkinson in fase avanzata. Ci sono poche informazioni, invece, circa il suo significato negli individu ...


La crescita e la progressione del cancro alla prostata possono essere collegati a neurogenesi e ai trattamento medici per il Parkinson, ma i risultati non sono conclusivi. Pertanto, è stata esamina ...


Bassi livelli di vitamina D sono comuni tra i pazienti con malattia di Parkinson. Evidenze sperimentali suggeriscono inoltre che la vitamina D può essere protettiva contro la malattia di Parkinson. ...


Il sistema immunitario è un obiettivo terapeutico promettente per la malattia di Parkinson, ma devono essere identificati appropriati biomarcatori immuno-correlati per consentire la stratificazione de ...


È stata valutata l'efficacia dei probiotici e prebiotici nei pazienti con malattia di Parkinson e costipazione. È stato condotto uno studio randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, in ...


Si è ipotizzato che i polimorfismi del gene del recettore della vitamina D ( VDR ) influenzino la suscettibilità per la malattia di Parkinson, la malattia di Alzheimer, il deterioramento cognitivo lie ...


È stata studiata l'influenza della interleuchina-6 ( IL-6 ) e dei recettori solubili del fattore di necrosi tumorale ( sTNFR ) nei pazienti con malattia di Parkinson con fatigue ( astenia ). Sono st ...


È stato esplorato il ruolo dello stress ossidativo e delle molecole infiammatorie come potenziali biomarcatori di malattia di Parkinson, e sono state correlate le anomalie biologiche con anomalie non- ...


La presentazione clinica della malattia di Parkinson comprende un ampio spettro di funzioni non-motorie, tra cui insufficienza autonomica cardiovascolare. È stato valutato lo stato cardiovascolare ...


I pazienti con malattia di Parkinson hanno spesso sintomi gastrointestinali ( ad esempio stipsi ) e presentano la tipica patoistologia del Parkinson nel sistema nervoso enterico. Sia i sintomi clini ...