XXIII World Congress of Neurology
Amsterdam congress
XVII Congresso Nazionale SIRN

Aumento del rischio di suicidio e correlati clinici di suicidio tra i pazienti con malattia di Parkinson


La malattia di Parkinson è una condizione neurodegenerativa debilitante spesso complicata da sintomi psichiatrici. I pazienti con malattia di Parkinson possono essere a maggiore rischio di suicidio rispetto alla popolazione generale, ma le stime sono limitate e contrastanti.
È stato stimato il tasso di suicidi in base al Registro dei casi clinici e sono stati identificati i fattori di rischio per il suicidio tra i pazienti con diagnosi di malattia di Parkinson.

Il campione bersaglio era costituito da 4.362 pazienti con diagnosi di malattia di Parkinson che sono stati valutati in un ospedale a Seoul, Corea del Sud, dal 1996 al 2012.
Il rapporto standardizzato di mortalità per suicidio tra i pazienti con malattia di Parkinson è stato stimato. 

Al fine di identificare i correlati clinici di suicidio, è stato condotto uno studio caso-controllo sulla base di una revisione retrospettiva.
I 29 casi di suicidio ( età 62.3 anni; donne 34.5% ) sono stati abbinati con 116 controlli non-suicidi ( età 63.5 anni; donne 56.9% ) entro l'anno della valutazione iniziale di malattia di Parkinson.

Il rapporto standardizzato di mortalità per suicidio nei pazienti con malattia di Parkinson è stato pari a 1.99. 

La durata media dal momento della diagnosi iniziale al suicidio tra i casi è stata di 6.1 anni.

L’analisi caso-controllo ha rivelato che il sesso maschile, l'estremità iniziale di insorgenza dei sintomi motori, la storia di disturbo depressivo, le allucinazioni, qualsiasi disturbo psichiatrico, e il più alto dosaggio di Levodopa erano significativamente associati con il suicidio tra i pazienti con malattia di Parkinson.
Altre variabili correlate a malattia di Parkinson, come punteggio motorio UPDRS non sono risultate significativamente associate con la morte per suicidio.

In conclusione, il rischio di suicidio nei pazienti parkinsoniani è di circa 2 volte superiore a quello della popolazione generale. 
I disturbi psichiatrici e anche i farmaci con Levodopa necessitano di ulteriore attenzione rispetto al suicidio. ( Xagena2016 )

Lee T et al, Parkinsonism Relat Disord 2016; 32: 102-107

Neuro2016 Psyche2016



Indietro