Tumori testa-collo
XXIII World Congress of Neurology
Amsterdam congress
XVII Congresso Nazionale SIRN

Ridotta funzione cognitiva nei pazienti con malattia di Parkinson e apnea ostruttiva del sonno


È stata valutata l'associazione tra apnea ostruttiva del sonno ( OSA ) e sintomi non-motori, compresa la disfunzione cognitiva, nei pazienti con malattia di Parkinson.

I pazienti con malattia di Parkinson idiopatica, reclutati in una clinica per i disturbi del movimento, sono stati sottoposti a polisonnografia notturna. 
L'apnea ostruttiva del sonno è stata definita come un indice di apnea-ipopnea ( AHI ) uguale o superiore a 15 per ora.

La gravità della malattia di Parkinson è stata valutata utilizzando la scala H&Y ( Hoehn & Yahr ) e la scala MDS-UPDRS ( Movement Disorder Society Unified Parkinson's Disease Rating Scale ).
I sintomi non-motori sono stati valutati utilizzando la scala MoCA ( Montreal Cognitive Assessment ), ESS ( Epworth Sleepiness Scale ), FSS ( Fatigue Severity Scale ), Apathy Scale, BDI ( Beck Depression Inventory ), HADS ( Hospital Depression and Anxiety Scale ), e la PDSS ( Parkinson's Disease Sleep Scale ).

Sono stati studiati 61 pazienti ( 61.2% di sesso maschile ), di età media 64.4 anni e punteggio alla scala MDS-UPDRS motorio di 21.9 con dose equivalente di Levodopa di 752.4 mg/die.

L'apnea ostruttiva del sonno si è verificata in 47 pazienti ( 61.6%, indice AHI medio: 27.1 per ora ); i sintomi non-motori si sono verificati in 57 pazienti ( 85% ).

I punteggi delle scale ESS e MoCA sono risultati associati all'indice AHI ( ESS beta=0.0670, P=0.031; MoCA beta=-0.0520, P=0.043, correzione per età, sesso, indice di massa corporea, dose equivalente di Levodopa e punteggio alla scala H&Y ).

Il punteggio alla scala ESS era associato a reattività respiratoria ( beta=0.1015, P=0.011 ) e ipossiemia intermittente ( beta=0.1470, P=0.006 ).

Il punteggio alla scala MoCA era negativamente associato a reattività respiratoria ( beta=-0.0596, P=0.049 ), ma non a ipossiemia intermittente.

In conclusione, l'apnea ostruttiva del sonno è associata a sonnolenza e disfunzione cognitiva in presenza di malattia di Parkinson, indicando che l'apnea ostruttiva del sonno può contribuire, in modo reversibile, a questi sintomi non-motori.
Sono necessari ulteriori studi per valutare se il trattamento dell'apnea ostruttiva del sonno possa migliorare l'eccessiva sonnolenza e la disfunzione cognitiva nella malattia di Parkinson. ( Xagena2017 )

Mery VP et al, Neurology 2017; 88: 1120-1128

Neuro2017 Pneumo2017



Indietro