Vertigini
Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa

Subtalamotomia ad ultrasuoni focalizzati per la malattia di Parkinson


Il nucleo subtalamico è il bersaglio neurochirurgico preferito per la stimolazione cerebrale profonda per trattare le caratteristiche motorie cardinali della malattia di Parkinson.
L'ecografia focalizzata è un metodo guidato dall'imaging per la creazione di lesioni terapeutiche nelle strutture cerebrali profonde, compreso il nucleo subtalamico.

Sono stati assegnati in modo casuale i pazienti con malattia di Parkinson marcatamente asimmetrica che presentavano segni motori non completamente controllati dai farmaci o che non erano idonei per la chirurgia di stimolazione cerebrale profonda a sottoporsi a subtalamotomia ecografica focalizzata sul lato opposto ai loro principali segni motori o a una procedura simulata.

L'esito primario di efficacia era la differenza tra i gruppi nella variazione dal basale a 4 mesi nel punteggio motorio della scala MDS-UPDRS, parte III ( Movement Disorder Society-Unified Parkinson's Disease Rating Scale ) per il lato del corpo più colpito ( intervallo da 0 a 44, con punteggi più alti ad indicare un parkinsonismo peggiore ) nello stato di assenza di farmaci.
L'esito primario di sicurezza, complicanze correlate alla procedura, è stato valutato a 4 mesi.

Tra i 40 pazienti arruolati, 27 sono stati assegnati alla subtalamotomia ecografica focalizzata ( trattamento attivo ) e 13 alla procedura simulata ( controllo ).

Il punteggio medio MDS-UPDRS III per il lato più colpito è diminuito da 19.9 al basale a 9.9 a 4 mesi nel gruppo di trattamento attivo ( differenza media dei minimi quadrati, 9.8 punti ) e da 18.7 a 17.1 nel gruppo di controllo ( differenza media dei minimi quadrati, 1.7 punti ); la differenza tra i gruppi è stata di 8.1 punti ( P minore di 0.001 ).

Gli eventi avversi nel gruppo di trattamento attivo sono stati discinesia in stato di assenza di terapia in 6 pazienti e in stato di terapia in 6 pazienti, che persisteva rispettivamente in 3 pazienti e in 1 paziente a 4 mesi; debolezza sul lato trattato in 5 pazienti, che persisteva in 2 pazienti a 4 mesi; disturbi del linguaggio in 15 pazienti, che persisteva in 3 pazienti a 4 mesi; debolezza facciale in 3 pazienti, che persisteva in 1 paziente a 4 mesi; e disturbi dell'andatura in 13 pazienti, che persistevano in 2 pazienti a 4 mesi.
In 6 pazienti nel gruppo di trattamento attivo, alcuni di questi deficit erano presenti a 12 mesi.

La subtalamotomia ecografica focalizzata in un emisfero ha migliorato le caratteristiche motorie della malattia di Parkinson in pazienti selezionati con segni asimmetrici.
Gli eventi avversi hanno incluso disturbi del linguaggio e dell'andatura, debolezza sul lato trattato e discinesia. ( Xagena2020 )

Martínez-Fernández R et al, N Engl J Med 2020; 383: 2501-2513

Neuro2020 Chiru2020



Indietro